Gioia - 15 maggio 2014

Notte. Un anziano viaggiatore scende in una stazione ferroviaria per riscaldarsi con un caffè. Il treno riparte e lui perde la valigia. Cerca qualcuno che sappia gli orari del prossimo treno: il controllore. Lo cerca, incontra gente bizzarra ma a controllare i treni in realtà è sempre solo lui: il viaggiatore. l'atmosfera è surreale, la scrittura carsica. Se dimenticate la trama e vi ritrovate con domande tipo cosa controlliamo, cosa aspettiamo è perfetto.
Rossana Campisi