Avevo un appuntamento

Pratt

di Hugo Pratt

Un eccitante gioco di rimandi tra storia, cinema, letteratura, disegni e acquarelli originali del Maestro dell'avventura.

Prefazione: Omar Calabrese
Racconto: Antonio Tabucchi
Pagine: 408
Illustrazioni: 238 (65 b/n - 173 a colori)
Formato: cm 16x24
Legatura: Cartonata con sovracoperta
Prezzo: (per collezionisti 1a ed.) € 200,00
Pubblicazione: Novembre 1994
ISBN: 88-7202-006-9

Hugo PrattL'autore
Hugo Pratt (1927 - 1995) all'età di 14 anni sapeva già che sarebbe diventato un autore di romanzi a fumetti. Il debutto ufficiale è del 1945, quando realizza con alcuni amici, Il gruppo di Venezia, il mensile di fumetti Albi Uragano. Il successo della rivista lo porta in Argentina, dove si stabilisce per tredici anni, frequenta i locali di tango, diventa amico del jazzista Dizzy Gillespie e conosce alcuni grandi scrittori latino-americani, come Octavio Paz e Jorge Luis Borges.
Nel 1967 sul primo numero della rivista Sgt. Kirk - realizzata per presentare al pubblico italiano i fumetti disegnati in Argentina - compare per la prima volta Corto Maltese, l'eroe che in pochi anni regala al suo autore il successo internazionale. Hugo Pratt ha esposto le sue tavole, i suoi disegni e gli acquarelli al Grand Palais di Parigi, a Buenos Aires, a Cordova, in Svizzera, in Belgio, a Milano, a Roma. Jack Lang, ministro della Cultura francese, premia nel 1988 e nel 1990 Hugo Pratt con i massimi riconoscimenti (tra cui il Grand Commendeur, mai assegnato prima a uno straniero). Mitterrand regala le storie di Corto al pilota automobilistico Jacques Laffite e l'America cinematografica cita l'eroe di Pratt in film come Batman e come Hannah e le sue sorelle di Woody Allen.

Il libro
In questo libro Hugo Pratt racconta i suoi viaggi nel Pacifico, dall'Isola di Pasqua a Pago Pago, da Rarotonga alla Nuova Irlanda. 5 capitoli nei quali rivivono personaggi, luoghi, episodi spesso corteggiati dalla letteratura e dal cinema, come il Bounty o Sadie Thompson, protagonista del racconto Rain di Somerset Maugham, portata sulla schermo da Gloria Swanson e poi da Rita Hayworth. Corto Maltese si muove indisturbato in ogni luogo e in ogni storia, e una ricca documentazione iconografica correda i racconti.
Mappe antiche, carte nautiche, stampe tratte da enciclopedie del secolo scorso e da giornali di viaggio, e poi tavole, disegni, acquarelli originali di Pratt. È questa complessità di informazioni che rende il libro "uno dei più bei saggi di antropologia strutturale che mi sia stato dato di leggere negli ultimi anni" come scrive Omar Calabrese nella prefazione. "Pratt", continua il semiologo "riesce a definire in modo magnifico che cosa sia un particolare immaginario, quello dell'avventura moderna e contemporanea".
Riesce a spiegare che si tratta di un repertorio di immagini il cui senso non è dato dalla somma delle singole figure, ma dal modo di metterle insieme. Riesce a prendere un caso di studio - nella fattispecie se stesso - e, proprio come fanno gli antropologi, a partire da lì dimostra quali siano le componenti elementari di quell'immaginario". E Hugo Pratt, insieme al suo eroe Corto Maltese, è un personaggio del racconto di Antonio Tabucchi, Il mistero dell'annuncio cifrato, un omaggio dello scrittore al disegnatore veneziano. Chiude il libro Hugo Pratt in controluce, sequenza fotografica realizzata da Armin Linke nella casa-studio del Maestro a Losanna.

 

Un appuntamento con il Pacifico in cinque atti. Hugo Pratt racconta se stesso e i suoi viaggi in cinque lunghi capitoli utilizzando una gamma inesauriible di mezzi. Stevenson, Corto Maltese, la goletta Yankee, l'isola di Pasqua rivivono nei disegni, nella scrittura, nella ricca serie di acquarelli originali e nelle mappe antiche del Maestro dell'avventura.

 

1 commento

  • Enrico Enrico Giovedì, 01 Dicembre 2016 07:34

    Un libro fondamentale nel mondo prattiano, da avere e leggere
    Si aspetta una nuova edizione, tutto il mondo prattiano la aspetta da anni.

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.